Ca prostatico: tadalafil non previene disfunzione erettile dopo radioterapia

Selezionata da Pietro Cazzola

TadalafilTra gli uomini sottoposti a radioterapia per il cancro alla prostata, l'uso quotidiano di tadalafil rispetto al placebo non ha comportato alcun miglioramento della funzione erettile. Scarne ma chiare le conclusioni di uno studio pubblicato su JAMA e coordinato da Thomas Pisansky, ricercatore al Dipartimento di radioterapia oncologica della Mayo Clinic di Rochester, Minnesota. «La disfunzione erettile è una condizione frequente dovuta a molte cause tra cui il trattamento radioterapico dei pazienti con neoplasia della prostata, in cui si manifesta nel 40% dei casi circa» esordisce il radioterapista, spiegando che la causa della disfunzione erettile dopo radioterapia non è del tutto chiara, anche se l’ipotesi più probabile sembra una disfunzione endoteliale con ipossia e fibrosi dei corpi cavernosi. E la somministrazione di un inibitore della fosfodiesterasi-5, per esempio tadalafil, riduce la disfunzione endoteliale migliorando la vasodilatazione dei corpi cavernosi e la funzione erettile in una popolazione generale di uomini con tale disfunzione. «Tadalafil è già usato per trattare la disfunzione erettile dopo la terapia radiante, anche se l’erezione spontanea non ricompare e il suo effetto tende a ridursi con il tempo. Viceversa, il suo ruolo preventivo non è noto» riprende Pisansky, che assieme ai colleghi ha randomizzato 242 uomini con carcinoma prostatico a ricevere 5 mg giornalieri di tadalafil o placebo per 24 settimane. Lo studio, svolto in 76 centri canadesi e statunitensi, prevedeva l’inizio del trattamento farmacologico in contemporanea a quello della radioterapia. E dopo 30 settimane di trattamento radiante, a mantenere la funzione erettile è stato il 79% dei pazienti nel gruppo tadalafil contro il 74% di quelli trattati con placebo, differenza rimasta irrilevante anche al dodicesimo mese, senza alcun effetto significativo del farmaco sulla soddisfazione sessuale. «Questi risultati non supportano l'uso preventivo di tadalafil nella disfunzione erettile da radioterapia per cancro prostatico» concludono gli autori dello studio.

JAMA. 2014;311(13):1300-1307