Disfunzione erettile: più a rischio di cardiopatie e morte prematura

Selezionata da Pietro Cazzola

Una disfunzione erettile potrebbe essere un campanello d'allarme per malattie cardiache e indicare un rischio di morte prematura. A dirlo, uno studio del Sax Institute pubblicato sulla rivista Plos Medicine.
Lo studio australiano, il più grande al mondo finora ad analizzare i legami fra disfunzione erettile e malattie cardiache, ha scoperto che gli uomini con disfunzione erettile hanno un maggiore rischio di ricoveri ospedalieri in seguito a malattie cardiache, anche se non hanno nessuna storia di problemi al cuore.
Inoltre, hanno anche un più grande rischio di morte prematura dovuta a cause generiche. Si tratta del primo legame diretto fra la gravità della disfunzione erettile e il rischio di morte prematura o di ospedalizzazione per problemi cardiaci. I ricercatori hanno raccolto dati relativi a 95mila uomini, registrando in tre anni 7.855 ricoveri ospedalieri legati a patologie cardiovascolari e 2.304 casi di morte prematura.