L’Europa dice sì al Cialis per la prostata

Selezionata da Pietro Cazzola

VIA LIBERA PER IL CIALIS PER LA PROSTATA 
La Commissione europea ha detto sì: il tadalafil, principio attivo del Cialis, potrà finalmente essere utilizzato anche in Europa per trattare i sintomi dell’ipertrofia prostatica benigna negli uomini che soffrono anche di disfunzione erettile. Queste due condizioni si ritrovano spesso a coesistere anche se, dati statistici dimostrano, non sono necessariamente correlate. Il tadalafil aveva già ottenuto l’approvazione dalla FDA, l’Agenzia del Farmaco statunitense, nell’ottobre del 2011 a seguito a numerosi studi soddisfacenti.

STUDIO DIMOSTRA L’EFFICACIA 
L’ultimo studio che dimostrava l’efficacia del Cialis 5 mg per la prostata è stato presentato lo scorso anno al Congresso Annuale dell’Associazione Europea di Urologia. In questa ricerca, 606 uomini, con un’età superiore ai 45 anni, sono stati analizzati per 12 settimane e divisi in tre gruppi: il primo trattato con tadalafil da 2.5 mg, il secondo con lo stesso principio attivo ma da 5 mg e il terzo gruppo con placebo. Alla fine dell’indagine, gli studiosi hanno potuto constatare un soddisfacente miglioramento nella funzione erettile degli uomini che avevano fatto parte dei gruppi trattati con Cialis, il farmaco della Lilly anti impotenza.

TADALAFIL SCONSIGLIATO
L’assunzione del farmaco è tuttavia sconsigliata ai pazienti che assumono medicinali appartenenti alla categoria dei nitrati, come ad esempio la nitroglicerina, perché potrebbe ridursi la pressione arteriosa sanguigna. Inoltre è controindicata l’associazione del Cialis con farmaci che rientrano nella classe degli alfa litici poiché anche in questo caso potrebbe avvenire, in alcuni soggetti, un calo pressorio.

A cura di Simone Gallo