Usa. Sarà la stessa Pfizer a vendere il Viagra on line. Contro i "falsi"

Selezionata da Pietro Cazzola

Disfunzione erettileIl fenomeno dell’e-commerce farmaceutico è in continua crescita. E la ‘pillola blu’ rappresenta uno dei farmaci più acquistati in rete. E proprio a causa di questa sua forte richiesta on line (anche per ragioni di privacy degli acquirenti) è frequente il rischio di imbattersi in medicinali falsi e pericolosi. Nel 2011, Pfizer Global Security ha valutato 22 siti web che appaiono nei risultati di ricerca con la frase ‘buy Viagra’ e l'analisi chimica condotta sulle pillole pubblicizzate e vendute da queste farmacie online ha rilevato che circa l'80% è contraffatto. Il più delle volte, i falsi Viagra contenevano solo il 30-50% di principio attivo, il sildenafil citrato.
Ma da oggi, perlomeno in Usa, non ci sarà più bisogno di recarsi in farmacia per acquistare il famosissimo farmaco contro la disfunzione erettile maschile. La Pfizer ha infatti deciso di aprire alla vendita (in sicurezza) via web della ‘pillola blu’. L’iniziativa si chiama 'Viagra home delivery' ed frutto della collaborazione tra il colosso farmaceutico e la catena CVS/PHARMACY.
Per acquistare il farmaco sul sito viagra.com i clienti dovranno inserire una prescrizione medica e, per il lancio dell’iniziativa, l’azienda ha previsto di offrire tre pillole gratuite con il primo acquisto e il 30% di sconto per il secondo. Ogni pillola costa solitamente 25 dollari.