Alopecia areata: efficace il tofacitinib

Selezionata da Pietro Cazzola, MD

Alopecia areataLo JAK-inibitore noto come tofacitinib si è dimostrato promettente per il trattamento delle varianti più gravi dell’alopecia areata in adulti ed adolescenti, come dimostrato da uno studio condotto su 90 pazienti da Brett King dell’Università di Yale, secondo cui si tratterebbe della nuova terapia di prima linea per alopecia areata grave, alopecia totale ed alopecia universale.
L’alopecia areata rappresenta una comune patologia autoimmune che interessa sia bambini che adulti, per la quale non esiste attualmente alcun trattamento affidabile. L’espansione delle esperienze nel trattamento della malattia nelle sue forme più gravi, fornita dal presente studio, aiuterà a guidare gli studi clinici, il che sarà importante per dettagliare efficacia e sicurezza dei JAK-inibitori in questa patologia.
Dato che l’esordio dell’alopecia areata avviene spesso nella tarda infanzia o nell’adolescenza, una fase vulnerabile sia per i pazienti che per le famiglie, il trattamento con tofacitinib per l’alopecia areata grave potrebbe essere presa in considerazione anche negli adolescenti. Questa patologia è spesso associata ad una scarsa qualità della vita, e la sua associazione con le patologie psichiatriche fra cui ansia e depressione è ben documentata. Non si tratta di una condizione cosmetica, ma piuttosto di una patologia medica che deve essere trattata opportunamente. (J Am Acad Dermatol online 2016, pubblicato il 2/11)