Belli a Tutti i Costi: Gli stereotipi che condizionano la nostra vita

Selezionata da Pietro Cazzola

 

BellezzaLa società di oggi mette a dura prova la nostra autostima.
Guardiamo la televisione, i giornali e le riviste e siamo convinti che se non appariamo come modelle e modelli sempre in forma, sempre in ordine, sempre splendenti, allora non siamo all'altezza degli standard sociali, di conseguenza non potremo avere una bella vita, una bella storia d'amore, degli amici ecc.
In sostanza se ci fermiamo al confronto con delle fotografie e delle immagini il risultato è che non accettiamo più il nostro corpo.
Dovremmo capire che nessuno può dirci come dobbiamo essere, conta solo quello che Noi vorremmo Essere, per noi stessi, non per adeguarci ad una moda che è sempre e comunque cambiata nel corso degli anni.
Siamo convinti che saremo felici solo quando saremo più magri, più muscolosi, più alla moda, più giovanili, più belli.
Non c'è convinzione più sbagliata.
L'unico modo per essere felici di come siamo è di esserlo adesso, in questo preciso istante, è inutile inseguire un modello di bellezza imposto da altri, quando l'avremo raggiunto non saremo soddisfatti perchè capiremo che non è quello che vogliamo per noi.
Chi stabilsce in assoluto cosa è o non è bello?
Noi stessi.
Solo noi abbiamo la responsabilità di piacerci e solo noi possiamo non piacerci, non c'è giudice più crudele del nostro Io.
Ci autoconvinciamo di non stare bene, e continuiamo a fare cose che rafforzano questa convinzione solo perchè ci mettiamo continuamente a confronto con gli altri.
Così facendo però perdiamo di vista le cose veramente importanti e lasciamo che la nostra vita scorra alla ricerca di una perfezione illusoria, che non arriverà mai.
Alcune persone sono così convinte di questo che arrivano a rischiare la salute o la vita per essere più magri o più belli, non sono pochi i casi di persone con disturbi alimentari o operazioni di chirurgia plastica che rovinano o mettono a rischio il corpo.
Oppure iniziamo diete da fame che ci rendono nervosi e intrattabili, quando raggiungiamo la forma e il peso che ci eravamo prefissati non ci piacciamo lo stesso, troviamo altri difetti, perchè quello che avevamo inseguito non era il nostro obbiettivo ma l'obbiettivo che credevamo di dover avere per adeguarci alla società.
Le modelle che vediamo sfilare in passerella, sono magre, ma lo devono essere per lavoro, non ha nulla a che vedere con la bellezza, è per loro un contratto, devono mettere in mostra degli abiti e quindi si devono adeguare, per lavorare devono mantenere un certo peso e tutti a identificare il bello solo in quello.
Guardiamoci intorno invece di guardare la Tv, la gente che incontriamo per strada, i nostri amici, le persone care, le persone di tutti i giorni con cui lavoriamo e viviamo non sono tutte magre, non sono tutte uguali a quelle che vediamo sui manifesti, anzi sono tutte diverse tra loro.
Ognuno di noi ha dei gusti e vede gli altri a suo modo, perchè dovremmo essere tutti uguali? 
In fatto di cibo e di interessi ognuno ha i suoi gusti, una cosa che a me piace un altro può odiarla, perchè dovrebbe essere diverso per quanto riguarda i gusti estetici?
Diventiamo tutti belli a nostro modo quando non ci sforziamo più di essere come qualcun altro e ci concediamo di essere semplicemente noi stessi a tutti gli effetti.
 
Sheila Marini