protesi

protesi

Protesi Pip. Quattro anni di carcere e 75 mila euro di multa al fondatore Jean-Claude Mas

MasProtesi Pip difettose. Quattro anni di carcere per truffa aggravata, 75mila euro di multa e radiazione definitiva dal poter operare nel mondo della salute nei confronti di Jean-Claude Mas, 74 anni, presidente fondatore della società Pip (Poly implant prothese), che ha prodotto e venduto per anni protesi per il seno difettose.

Protesi Pip, a giudizio dirigenti

Sono stati citati in giudizio dal pm di Torino Raffaele Guariniello, Jean-Claude Mas e Claude Couty, titolare e dirigente della fallita Pip, ditta francese che ha prodotto protesi mammarie al silicone al centro di inchieste in tutta Europa per la scarsa tenuta e per i materiali usati. Contestati i reati di violazione del codice del consumo e frode in commercio.

Protesi Pip: espianti e reimpianti devono essere a carico del Servizio sanitario

Gli interventi di espianto delle protesi Pip e di reimpianto delle protesi al seno dopo operazioni di mastectomia, nonché le cure psicologie o psichiatriche necessarie alle donne coinvolte nello scandalo delle protesti mammarie pericolose, devono essere a carico del Servizio Sanitario Nazionale.

Regione Campania: gestione clinica delle portatrici di protesi PIP

La Giunta regionale della Campania, con la delibera 546 del 19 ottobre 2012, ha preso atto dell'accordo siglato tra il Governo, le Regioni e le Province autonome, sul documento recante "Linee guida di carattere clinico ed organizzativo per la gestione clinica dei casi di persone portatrici di protesi mammaria/e prodotta/e dalla ditta Poly Impla