Donna muore dopo intervento al seno.
 Esposto dei figli: "Vogliamo chiarezza"

Selezionata da Pietro Cazzola

Ricostruzione mammellaUDINE - Muore dopo un'operazione per la ricostruzione mammaria, scatta l'indagine all'ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine. Venera Mancino, 51 anni, nativa di Palermo ma residente a Pers di Majano (Udine), ha lottato per una decina di giorni. Purtroppo mercoledì la donna è deceduta e i figli hanno presentato un esposto per fare chiarezza  sul motivo del decesso della mamma. Il Pubblico Ministero Lucia Terzariol ha già disposto l'esame autoptico che sarà effettuato tra oggi e domani nell'obitorio dell'ospedale. Al momento non risulta nessun iscritto nel registro degli indagati. Il magistrato attende infatti gli esiti dell'autopsia per chiarire se ci siano state concause nel decesso della signora di Majano.
Venera Mancino era stata ricoverata il 13 maggio scorso al Santa Maria di Udine per essere sottoposta ad un intervento chirurgico per la ricostruzione mammaria che doveva risolvere sotto il profilo estetico le conseguenze di una prima operazione dovuta a un tumore, patologia superata con nessuna altra conseguenza. Un intervento per i sanitari di routine, con l'inserimento di una protesi. All'indomani mattina il personale l'ha trasferita nel reparto di Chirurgia Plastica, diretto dal dottor Mauro Schiavon.
Dopo l'intervento la donna si è risvegliata e, nonostante lo stato soporoso post operatorio, ha subito riferito di non sentirsi bene. Di lì a poco la situazione è precipitata, tanto che la donna è entrata in coma. I sanitari l'hanno ricoverata nello stessa struttura cittadina ma dopo una decina di giorni di agonia il cuore ha cessato di battere. La notizia ha sconvolto tutti. Ora i figli della donna vogliono vederci chiaro.
Hanno presentato un esposto in Procura affinchè venga accertata la causa del decesso e se ci siano responsabilità. Toccherà al medico legale Antonello Cirnelli svolgere gli accertamenti. Dall'autopsia verificherà la causa del decesso, mentre gli esami di laboratorio permetteranno poi di verificare se eventuali elementi esterni abbiano contribuito alla morte.

Marco Corazza