Saltare la prima colazione aumenta il rischio cardiovascolare

Selezionata da Pietro Cazzola

BreakfastLa prima colazione è il pasto più importante della giornata? Sembra proprio di sì, visto che, a giudicare da uno studio appena pubblicato su Circulation, gli uomini che la saltano rischiano di più una cardiopatia o addirittura una malattia coronarica fatale. «I risultati del National Health and Nutrition Examination Survey (Nhanes) del 2002 indicano che il 18% degli americani adulti salta la prima colazione. Questa tendenza, tuttavia, può avere conseguenze negative a livello di popolazione, perché i risultati di studi clinici di breve durata, studi trasversali preliminari, e piccoli studi prospettici dimostrano che saltare i pasti si associa a fattori di rischio cardiometabolici come ipercolesterolemia, obesità, ipertensione o diabete, che a loro volta possono condurre a un attacco di cuore nel corso del tempo» premette Leah Cahill, ricercatrice presso il Dipartimento di Nutrizione della Harvard School of Public Health di Boston, sottolineando tuttavia che non esistevano in letteratura studi sulle possibili relazioni tra abitudini alimentari degli adulti, intese come frequenza e tempistica di pasti e spuntini, e frequenza di malattia coronarica (Chd). Da qui l’obiettivo dello studio: stabilire in modo prospettico se le abitudini alimentari, tra cui saltare la prima colazione, aumentano il rischio di Chd. Per chiarire l’argomento Cahill e colleghi hanno analizzato l’alimentazione, prima colazione compresa, di 26.902 uomini americani tra 45 e 82 anni liberi da malattie cardiovascolari e cancro. Al termine di 16 anni di follow-up hanno rivelato come gli uomini che saltano la prima colazione hanno un rischio di Chd del 27% più alto rispetto a chi invece il breakfast se lo gusta tutti i giorni. «Fare una prima colazione con cibi sani non solo riduce il rischio di attacchi di cuore, ma è anche un modo semplice e salutare per garantire all’organismo energia sufficiente con un sano equilibrio di nutrienti, quali proteine, carboidrati, vitamine e minerali. Per esempio, l'aggiunta di noci e frutta a pezzi in una ciotola di cereali integrali al mattino è un ottimo modo di iniziare la giornata» conclude Cahill.

Circulation. 2013; 128