Statine e antipertensivi negli anziani per prevenire l’ictus?

Selezionata da Pietro cazzola

anzianiPrescrivere le statine e gli antipertensivi nei pazienti di età uguale o superiore agli 80 anni con l’obiettivo di prevenire l’ictus è una strategia terapeutica appropriata? Kit Byatt, ricercatore del Dipartimento di Medicina Geriatrica all’Ospedale di Hereford, Regno Unito, e autore di un articolo pubblicato su Evidence Based Medicine, non è affatto di quest’opinione. «Le statine e i farmaci per ridurre la pressione alta sono ampiamente usati nei pazienti più avanti con gli anni per abbattere il rischio di episodi cerebrovascolari acuti, ma l’epidemiologia suggerisce che in questa fascia di età l'ipertensione non è un reale fattore di rischio, e che l’ipercolesterolemia ha in generale poco effetto sulle probabilità di restare vittima di un ictus» esordisce il geriatra, ricordando che statine e antipertensivi sono stati addirittura i farmaci cardiovascolari più prescritti in tutto il Regno Unito nel 2006, e che molti pazienti assumono oggi statine per la prevenzione primaria dell’ictus. «Ma dopo gli ottant’anni sia l’una sia l’altra classe di farmaci hanno dimostrato solo un’efficacia marginale nel diminuire le probabilità di ictus e riduzioni di rischio molto modeste per altri eventi cardiovascolari» spiega Byatt. Certo, sull’eventualità di morire o di rimanere gravemente disabili dopo un evento cerebrovascolare gli anziani hanno probabilmente opinioni diverse tra loro e differenti da quelle dei medici. Molti preferirebbero morire piuttosto che finire confinati a letto o su una carrozzina dopo un ictus. Ma resta il fatto che statine e antipertensivi sono prescritti in eccesso negli ultraottantenni che, magari, potrebbero anche decidere di rifiutarne il modesto e potenziale beneficio preventivo per prendere invece meno medicine e avere meno effetti collaterali. «I medici, quindi, dovrebbero rivedere le loro consuetudini prescrittive, chiedendo ai pazienti, specie i più anziani e più fragili, con molte malattie concomitanti e molti farmaci da prendere ogni giorno, che cosa preferiscono fare» conclude il geriatra britannico.

Evid Based Med Published Online First: 26 February 2014