Dieta mediterranea salva gambe da gonfiori e problemi vene

Selezionata da Pietro Cazzola

Dieta mediterraneaLa dieta mediterranea è associata ad un minor rischio di sviluppare la malattia arteriosa periferica (Pad), un problema circolatorio molto comune in cui le arterie riducono il flusso sanguigno negli arti inferiori, che provoca dolore, gonfiore, crampi, vene varicose e debolezza delle gambe quando si cammina o si salgono le le scale. A stabilirlo è uno studio dell'Università di Navarra (Spagna) pubblicato su 'Jama'.
Gli autori avevano già dimostrato con uno studio multicentrico come il menù mediterraneo, ricco di olio extravergine di oliva, può avere effetti nella riduzione del rischio d'infarto e d'ictus. Ora un passo in avanti: la dieta mediterranea può ridurre il rischio di incorrere in problemi alle gambe. "Questo è il primo studio randomizzato in prevenzione primaria che suggerisce un'associazione tra un intervento dietetico 'ad hoc' e una riduzione di questo problema", afferma la ricerca.
Gli scienziati hanno selezionato 7.477 partecipanti, con un'età media di 67 anni (58% donne), con il diabete di tipo 2 e almeno tre fattori di rischio cardiovascolare. I partecipanti sono stati randomizzati e divisi in tre gruppi. Il primo ha seguito una dieta mediterranea con olio extra vergine d'oliva, il secondo lo stesso menù ma con l'integrazione di frutta secca. Mentre il terzo (il gruppo di controllo) una dieta a basso contenuto di grassi. Tutti i partecipanti hanno ricevuto un programma di educazione alimentare su base trimestrale. Ebbene, lo studio mostra 'solo' 89 nuovi casi confermati di Pad registrati dopo 4,8 anni. Entrambi i gruppi che avevano seguito le due versione della dieta mediterranea presentano un rischio minore rispetto al gruppo di controllo.