Cosmetovigilanza. Ministero lancia bando per una campagna educativa

Selezionata da Pietro Cazzola

CosmeticiAttenzione ai cosmetici. Dietro a una confezione di crema, trucco e deodorante apparentemente innocua, possono infatti nascondersi sostanze forti o composizioni contraffatte in grado di scatenare effetti indesiderati. Effetti che devono essere denunciati.
A questo scopo il ministero della Salute ha indetto un Bando per l’assegnazione alle regioni e alle province autonome di Trento e Bolzano di 149.906,00 euro per la realizzazione di 3 progetti relativi a campagne di educazione sanitaria riguardanti le nuove norme in materia di cosmetovigilanza.
L'obiettivo del bando è la realizzazione, da parte delle Regioni aggiudicatrici, di una campagna di educazione sanitaria che sia indirizzata ai cittadini (in quanto utilizzatori finali dei prodotti cosmetici) affinché siano coinvolti e sensibilizzati sulle finalità del processo di segnalazione di effetti indesiderabili legati all’utilizzo di un cosmetico.
La campagna può essere realizzata indifferentemente a mezzo stampa e/o attraverso il web, anche con  riviste e canali di diffusione specializzati o su siti internet specifici compresi quelli istituzionali delle regioni.
La campagna deve contribuire, con un messaggio chiaro, immediato e persuasivo ad informare e sensibilizzare l’utilizzatore finale sull’importanza di procedere alla segnalazione di effetti indesiderabili correlati all’uso di prodotti cosmetici ed in dettaglio sulla modalità per effettuare la segnalazione.
L’invito alle Regioni ed alle Province autonome viene dato attraverso la pubblicazione del bando sul portale ministeriale.
I progetti devono pervenire entro il 16 ottobre 2013. Ecco tutte le informazioni per partecipare al bando.