Psoriasi, promette bene MK-3222. nuovo anticorpo anti- IL-23p19

Selezionata da Pietro Cazzola

RicercaRisultati promettenti in fase IIb per un nuovo anticorpo monoclonale sperimentale diretto contro la subunità p19 dell'interleuchina-23 (IL-23p19) nel trattamento della psoriasi a placche in uno studio randomizzato appena presentato al congresso dell’American Academy of Dermatology, a Miami.
Nello studio, infatti, ben tre quarti dei pazienti con psoriasi a placche cronica hanno mostrato miglioramenti sostanziali dopo 16 settimane di trattamento con l’anticorpo, noto per ora con la sigla MK-3222 e sviluppato da Merck. Il farmaco è un anticorpo umanizzato IgG1/x che ha come bersaglio la IL-23p19 ma non ha affinità per l’IL-12 o la subunità p40.
Lo studio presentato al congresso è un trial randomizzato e controllato con placebo di dose-ranging che ha coinvolto 355 pazienti adulti affetti da psoriasi a placche cronica moderata o grave e ha valutato quattro diversi dosaggi dell’anticorpo: 5, 25, 100, o 200 mg somministrati mediante iniezione sottocutanea al basale, dopo 4 settimane e, successivamente, ogni 12 settimane fino alla settimana 52. L'endpoint primario era la risposta PASI-75 dopo 16 settimane.
I pazienti trattati con una delle tre dosi più elevate del farmaco, ha avuto tassi di risposta del 64% al 74%, di cui il 75% liquidazione da parte della Psoriasis Area and Severity Index (PASI-75), Kim Papp, MD, ha riportato qui alla American Academy of Dermatology riunione.
Considerando che solo il 4% dei pazienti trattati con placebo ha avuto il 75% di liquidazione, non meno di un terzo dei pazienti trattati ha incontrato il criterio di risposta in uno dei quattro dosi di MK-3222, che si.
"Tutte le MK-3222 dosi ha dimostrato statisticamente significativo un'efficacia superiore rispetto al placebo misurata come PASI-75 (Psoriasis Area and Severity Index 75%) risposte e PGA (valutazione globale del medico) di 'clear' o 'malattia minima' alla settimana 16, "ha detto Papp, della ricerca medica Correttezza a Waterloo, Ontario.
"Dose-dipendente l'efficacia è stata osservata fino a 200 mg. Tutti i dosaggi sono generalmente sicuro e ben tollerato, senza tossicità dose-dipendente."
Terapie approvate per psoriasi a placche sono ustekinumab (NOME), che si rivolge la subunità p40 comune di IL-12 e IL-23. Studi recenti hanno suggerito che gli agenti diretti contro IL-12/23 efficacia deriva principalmente da neutralizzazione di IL-23, ha detto Papp. Studi preclinici hanno indicato che gli agenti anti-23p19 IL avere meno problemi di sicurezza rispetto a farmaci che a casa in su IL-12/23p40.
l campione era formato da pazienti malati da almeno 6 mesi con un punteggio iniziale del Psoriasis Area and Severity Index (PASI) ≥ 12, una percentuale di superficie corporea (BSA) coinvolta ≥ 10%, e un punteggio della scala Physician Global Assessment (PGA) di almeno 3 (moderatamente grave).
Di 355 pazienti randomizzati, 339 hanno completato tutte le 16 settimane dello studio e sono stati valutati. PASI-75. Le percentuali di risposta sono state del 4,4% con il placebo, 33,3% con 5 mg di MK-3222, 64,4% con 25 mg, 66,3% con 100 mg e 74,4% con 200 mg. Papp ha riferito che i tassi di risposta con i tre più alto fa di MK-3222 erano significativamente superiore al tasso di risposta al placebo (p <0,001).
Risposte PGA rispecchiato i-75 PASI risultati, come il 2,2% dei pazienti trattati con placebo avevano un punteggio in linea con "clear" o "malattia minima", rispetto al 33,3% del 5-mg MK-3222 gruppo, 57,8% per i 25 - mg, 61.8% con il gruppo da 100 mg e 74,4% con la dose più alta (P <0.001 rispetto al placebo per tutti e quattro i gruppi).
"PASI-75 risposte si è verificato già 4 settimane, e la proporzione di pazienti che hanno raggiunto PASI-75 risposte continuato ad aumentare fuori a 16 settimane", ha detto Papp.
Eventi avversi si sono verificati nel 60% al 70% di tutti i gruppi di trattamento, compresi placebo. Tariffe generali e tariffe per i singoli eventi avversi non ha mostrato differenze tra i cinque gruppi. L'evento avverso più comune è stato rinofaringite, che si è verificato nel 12% al 20% dei pazienti in ciascun gruppo. Gli eventi avversi gravi sono state non comuni.

 

Papp K, et al. Dose-dependent improvement in chronic plaque psoriasis following treatment with anti-IL-23p19 humanized monoclonal antibody (MK-3222). AAD 2013.