La Dermatologia si trasferisce al Palagi

Asl 10 Firenze

Lasciano definitivamente la sede del S. Chiara in piazza Indipendenza 11 la dermatologia dell’Azienda sanitaria di Firenze e la Clinica dermatologica dell’Università per trasferirsi al Palagi, l’ex Istituto ortopedico toscano di viale Michelangelo che assume un ruolo sempre più strategico nella geografia della sanità fiorentina.
Nel complesso circondato dagli ulivi sulla strada che porta a piazzale Michelangelo, sono infatti attualmente ospitati numerosi servizi, dalla cardiologia alla geriatria, dalla radiodiagnostica al centro prelievi agli ambulatori ginecologici alla reumatologia e in seguito ricoprirà un ruolo primario per quanto riguarda l’odontoiatria.
Il trasferimento delle strutture di dermatologia è iniziato proprio in questi giorni e si combatte contro il tempo per rendere più rapido possibile il trasloco. L’attività clinica programmata viene dunque sospesa da lunedì 25 marzo a lunedì 8 aprile quando i pazienti verranno accolti appunto nei nuovi locali al terzo piano della parte “a pettine” dell’ex ospedale, quella che sale sulla collina con il grande scalone e la suggestiva “funicolare” che da sola merita una vista al centro.
In questa fase di interregno le visite dermatologiche urgenti saranno comunque garantite fino al 29 marzo a S. Chiara e dal 2 aprile al Palagi.
In vista del trasloco che comporta lo spostamento di complessi macchinari, si è provveduto a portare a compimento tutti i trattamenti in corso che venivano svolti dal servizio di radioterapia dermatologica; quelli che comunque richiedono un intervento improcrastinabile verranno garantiti fino alla riapertura in una nuova sede dal servizio di radioterapia della Azienda sanitaria all’ospedale dell’Annunziata a Ponte a Niccheri o dal centro radioterapico dell’Azienda ospedaliera-universitaria di Careggi.
Il servizio di fototerapia dermatologica, che è stato sospeso dal 16 marzo scorso anche in questo caso privilegiando il completamento delle terapie avviate, sarà ripreso al Palagi appena possibile, ragionevolmente non oltre la fine di maggio. Per entrambe le prestazioni è comunque in corso la riprogrammazione dell’attività a breve termine con la riapertura delle prenotazioni.
In futuro parte dell’ attività specialistica ambulatoriale finora svolta a S. Chiara troverà posto, oltre che appunto al Palagi, in alcuni presidi territoriali poliambulatoriali della città.
Momentaneamente sospesa anche l’attività ad accesso diretto del Centro malattie trasmesse sessualmente che riprenderà la prossima settimana al Palagi.