Il rischio di melanoma potrebbe essere ridotto dall’aspirina

Selezionata da Pietro Cazzola

MelanomaNell'ambito del Women Health Initiative, un progetto di ricerca del National Institutes of Health (Nih), sono state osservate 58.806 donne caucasiche di età compresa tra i 50 e i 79 anni per un periodo di 12 anni, alle quali è stato chiesto all'inizio dello studio quali medicine prendessero, cosa mangiassero e quali attività facessero. Il 75% delle partecipanti faceva uso regolare di aspirina (325 mg almeno due volte a settimana), mentre il 25% faceva uso di una dose inferiore del farmaco.
Nei 12 anni di studio, sono stati osservati 548 casi di melanoma ed è emerso che chi aveva preso più aspirine aveva un rischio inferiore di sviluppare un melanoma rispetto a chi invece ne aveva fatto un minore uso: le possibilità di sviluppare questa grave patologia della pelle risultavano ridotte del 21%.Dalla ricerca è inoltre emerso che per ogni incremento del tempo d’uso del farmaco (per un anno, da un anno a quattro anni, per cinque anni o più), il rischio di sviluppare il melanoma si riduceva ulteriormente dell’11%. Le donne che avevano fatto uso di aspirina per un periodo uguale o superiore ai 50 anni, presentavano una riduzione pari al 30% del rischio di sviluppare il tumore alla pelle.
La riduzione del rischio di sviluppare il melanoma è stata osservata solo per l’aspirina e non per altri Fans, come ibuprofene o naprossene o con il farmaco acetaminofene. Questi dati, concludono i ricercatori, potrebbero dimostrare, se supportati anche da altre ricerche in futuro, che l'aspirina grazie al suo effetto anti-infiammatorio riduce anche il rischio di sviluppare un melanoma. L’effetto unico dell’aspirina potrebbe essere dovuto al fatto che il farmaco agisce attraverso pathway molecolari lievemente differenti rispetto agli altri Fans e che alcuni di questi potrebbero essere specifici per il melanoma. Oppure semplicemente perché l’aspirina era il farmaco antinfiammatorio che veniva usato con più regolarità durante lo studio. Infatti, un numero inferiore di donne nello studio facevano uso di ibuprofene o naprossene.
Comunque, questi risultati non suggeriscono l’utilizzo regolare di aspirina per prevenire il melanoma, anche perché l’uso prolungato del farmaco può essere associato a eventi avversi, quali ulcere e sanguinamenti.

Christina A. Gamba, Susan M. Swetter, Marcia L. Stefanick et al., Aspirin is associated with lower melanoma risk among postmenopausal Caucasian women, Cancer DOI: 10.1002/cncr.27817

Giovanni Zelano