Melanoma più mortale per i giovani uomini

Selezionata da Pietro Cazzola

MelanomaTra i giovani di pelle chiara con melanoma cutaneo, gli uomini muoiono più delle donne, almeno secondo un articolo pubblicato su Jama Dermatology. «Pochi studi hanno valutato le differenze di sopravvivenza tra maschi e femmine adolescenti e giovani adulti, tra i quali il melanoma è il terzo tumore più comune» esordisce Christina Gamba, dermatologa al Centro medico dell'Università di Stanford, in California, e prima firmataria dell'articolo. Studi precedenti, svolti su soggetti di mezz'età, indicano che le donne con melanoma hanno un consistente vantaggio di sopravvivenza rispetto agli uomini, ipotizzando basi biologiche protettive nelle femmine o fattori stimolanti nei maschi per spiegare le differenze. «Lo scopo di questa ricerca è valutare la sopravvivenza negli adolescenti e giovani adulti con melanoma verificando la presenza di fattori prognostici che contribuiscono alla disparità di sesso in termini di sopravvivenza» continua la dermatologa che assieme ai colleghi ha usato la rete nazionale di sorveglianza epidemiologica dei tumori Seer (Surveillance, Epidemiology and End Results  Program) per misurare la sopravvivenza di 26.107 ambosessi tra 15 e 39 anni colpiti da melanoma invasivo nel periodo 1989-2009 e seguiti in media per 7,5 anni in base all'età, sede anatomica, spessore del tumore, sottotipo istologico e presenza di metastasi. 
Dai risultati emerge che i maschi adolescenti e giovani adulti si ammalano con meno frequenza rispetto alle femmine, ma rappresentano il 63,6% dei decessi, con il 55% di probabilità in più di morire di melanoma rispetto alle coetanee. Conclude Gamba: «Queste allarmanti differenze sottolineano la necessità di ulteriori indagini sulle basi biologiche della disparità tra sessi nella sopravvivenza al melanoma». 
In un editoriale che accompagna lo studio, David Fisher Alan Geller dell'Università di Harvard commentano: «Anche se gli uomini se la passano peggio delle donne, la sopravvivenza migliora se il melanoma è inferiore a 1 mm di spessore. È quindi essenziale mettere a punto una strategia di sensibilizzazione, insegnando soprattutto ai giovani maschi a proteggersi dal sole, ma soprattutto a fare diagnosi precoce con l'autoesame della pelle».

JAMA Dermatol. 2013;149(1):1-8.