A Milano primo Centro per cura ulcere da decubito

Selezionata da Pietro Cazzola

All'interno del Polo Geriatrico Riabilitativo di Milano, si apre oggi il primo Centro italiano di eccellenza per la cura delle ulcere da decubito (Ceud). Il suo scopo è la presa in carico, nella fase post-acuta, di pazienti fragili con lesioni di terzo e quarto grado secondo la scala Epuap-European Pressure Ulcers Advisory Panel.
Sfida ambiziosa, che prevede l'implementazione di un approccio innovativo e multidisciplinare per migliorare la qualità della vita dei pazienti affetti da questo disturbo che, ad oggi, non trovano una risposta adeguata da parte del Servizio sanitario nazionale. Il progressivo invecchiamento della popolazione - ricordano gli esperti, che oggi nel capoluogo lombardo si confrontano sul tema in una tavola rotonda - porta naturalmente all'aumento di soggetti fragili, determinando un incremento di persone affette da tali lesioni a cui vanno inoltre aggiunti tutti quei soggetti che sono costretti a una prolungata immobilità, riducendo l'apporto di sangue e nutrimenti nelle zone su cui si esercita la pressione del peso del corpo. Si parla di cifre considerevoli, poiché si tratta di un tipo di patologia scarsamente rilevata nelle cartelle cliniche. La finalità del Ceud è di dare un supporto a questi soggetti, rispondendo concretamente ai loro bisogni di salute e migliorando la loro qualità di vita, e alle loro famiglie, attraverso la presa in carico a 360 gradi del paziente.
Con una speciale équipe multidisciplinare si raggiungerà l'obiettivo dell'identificazione di un corretto percorso diagnostico-terapeutico studiato ad hoc, che si avvale di un innovativo approccio metodologico che integra l'utilizzo di farmaci e di nuove tecnologie, la fisioterapia e una corretta alimentazione.