Il cibo che provoca le rughe

Selezionata da Pietro Cazzola

Le rughe sono provocate dal tempo che passa, ma il loro insorgere è favorito anche da altri fattori: uno dei principali è l'alimentazione sbagliata. Uno studio condotto dal Centro Interuniversitario di Dermatologia Biologica e Psicosomatica delle Università di Firenze, Milano e Siena ha infatti dimostrato che alcuni alimenti sono ad alto contenuto di AGE, acronimo che sta per Advanced Glycosilated End Products. Tradotto: gli AGE rappresentano un complesso di zuccheri e proteine responsabili di una produzione abbondante di radicali liberi, con conseguente precoce invecchiamento cutaneo. Abbiamo sempre saputo che frutta e verdura erano fondamentali per mantenere elastica e morbida la pelle del viso, ma non sapevamo che uno dei suoi principali nemici era la carne alla brace: 200 grammi apportano ben 720mila AGE. Lo stesso discorso vale per tutti gli alimenti cotti a temperatura molto elevata, mentre il numero di AGE si riduce se si opta per la bollitura o la cottura a fuoco lento. Anche tempi di cottura molto prolungati condizionano la produzione di AGE, che aumenta considerevolmente. Di conseguenza è preferibile mangiare con maggiore frequenza cibi crudi o cotti al vapore, permettendo peraltro di ridurre l'utilizzo di condimenti troppo grassi.
Il cibo industriale è da bandire assolutamente, troppo ricco di zuccheri e sostanze chimiche, e se proprio non si resiste ai dolci, è meglio consumarli di mattina, ma attenzione: una fetta di torta da 120 grammi può arrivare ad apportare 840.000 AGE, mentre 100 grammi di biscotti 425.000 AGE. La frittura  però si guadagna il podio del cibo più nemico di una pelle giovane: 150 grammi infatti apportano ben 950.000 AGE. Pensateci quindi due volte prima di ordinare i calamari, ne va del vostro aspetto!