Un nuovo studio rileva: "Urlare contro i figli adolescenti provoca la loro depressione"

Selezionata da Pietro Cazzola

Sgridare adolescenteUn genitore, a volte, si trova a sgridare ad alta voce i propri figli. Un nuovo studio ha verificato che urlare contro i figli può aggravare comportamenti problematici adolescenziali. Lo studio dei ricercatori dell’Università di Pittsburgh e dell’Università del Michigan è stato pubblicato su Child Development.
I ricercatori hanno studiato quel tipo di disciplina verbale in cui i genitori usano la forza psicologica per indurre nel bambino dolore o disagio emotivo nel tentativo di correggere suoi errori di comportamento. Un atteggiamento che puo’ variare dalle urla agli insulti, fino alle umiliazioni. Nel nuovo studio, gli scienziati hanno scoperto che quando i genitori si concedevano questi comportamenti nella prima adolescenza dei ragazzi, questi ne pativano le conseguenze negative nel resto dell’adolescenza. I figli di madri e padri che usavano una disciplina verbale dura quando questi avevano 13 anni, soffrivano maggiormente di sintomi depressivi a 14 anni rispetto ai loro coetanei, e inoltre avevano maggiori problemi di condotta. Lo studio ha anche trovato che non solo la disciplina verbale dura non sembrava essere capace di risolvere i problemi di comportamento nei giovani, ma addirittura li peggiorava: l’ostilità dei genitori aumentava i rischi di comportamenti delinquenziali da parte dei figli, abbassando l’inibizione e promuovendo rabbia, irritabilità e aggressività negli adolescenti.