Riduzione della durata del sonno e utilizzo eccessivo di Internet indipendentemente associati ad outcome sanitari sfavorevoli

Do YK, Shin E, Bautista MA, et al.

È stato dimostrato che una ridotta durata del sonno influisce negativamente su alcuni aspetti della salute mentale e fisica degli adolescenti. Sebbene siano state condotte molte ricerche su questo argomento, la maggior parte degli studi non ha valutato il tempo trascorso su Internet come uno dei fattori che potrebbe avere un impatto su queste associazioni.
Questo studio ha analizzato la relazione tra la durata autoriferita del sonno e gli outcome sanitari negli adolescenti, tenendo conto del tempo trascorso su Internet.

  • Sono stati analizzati i dati provenienti da un sondaggio trasversale online condotto su studenti delle scuole medie e superiori tra i 13 e i 18 anni (N = 136.589) in Corea del Sud (2008–2009 Korea Youth Behavioural Risk Factor Survey) per individuare le associazioni tra la durata autoriferita del sonno e 4 misure della salute mentale e fisica (sintomi depressivi autoriferiti, pensieri suicidi, condizione ponderale, autovalutazione dello stato di salute). Il tempo trascorso su Internet per scopi diversi dallo studio e altri fattori è stato controllato mediante modelli logit binari e modelli logit ordinati generalizzati.
  • Una durata del sonno autoriferita breve è stata collegata ad un aumento della probabilità di riportare sintomi depressivi, pensieri suicidi e sovrappeso od obesità nonché ad una diminuzione della probabilità di autoriferire uno stato di salute migliore, anche quando è stato tenuto conto del tempo trascorso su Internet.
  • Un utilizzo intenso di Internet è stato individuato come fattore di rischio indipendente per questi outcome.

Conclusione
“Tra gli studenti adolescenti della Corea del Sud, una minore durata del sonno e un uso eccessivo di Internet sono risultati associati in maniera indipendente e sommativa a indicatori multipli di un cattivo stato di salute. Un utilizzo eccessivo di Internet potrebbe avere non solo un effetto diretto sulle conseguenze sanitarie sfavorevoli, ma anche degli effetti negativi indiretti attraverso la privazione del sonno”.

Sleep Med. [Epub ahead of print 2012 Oct 12].