Adolescenti depresse dopo il parto: ecco gli strumenti per individuarle

Selezionata da Pietro Cazzola

DepressioneSecondo uno studio apparso su Pediatrics, l'Edinburgh Postnatal Depression Scale (Epds) e due sottoscale più brevi, Epds-7 e Epds-2, identificano efficacemente la depressione post-partum tra le adolescenti, e in un contesto di cure primarie sono efficaci strumenti di screening. Dice Maureen Phipps, ricercatrice al Dipartimento di epidemiologia della Brown University di Providence nel Rhode Island e coautrice dell’articolo: «La depressione dopo il parto tra le adolescenti è un’importante questione di salute pubblica, date le 330.000 nascite all’anno negli Stati Uniti, con una frequenza di sintomi depressivi tra il 28 e il 59% a seconda degli studi e degli strumenti di misura utilizzati». E ciò significa che la depressione post-partum tra le adolescenti è più frequente di quella osservata tra le donne adulte, con deleteri effetti sulla salute materna e infantile. «I bambini di madri depresse sono a rischio di ritardo nello sviluppo e maggiore reattività allo stress» continua l’epidemiologa, sottolineando che lo screening è fondamentale, in quanto rappresenta spesso il primo passo di un percorso terapeutico. Ciononostante, non esistono per le donne adolescenti strumenti di screening validati e sufficientemente brevi, data l’importanza della rapidità nella pratica clinica. «Una possibilità è l’Epds a 10 domande, ottimo ma sottoutilizzato nella routine quotidiana perché troppo lungo, o le sue sottoscale a 7 e 2 domande. Scale validate nelle madri adulte, ma non nelle adolescenti» spiega Phipps, che con i colleghi ha verificato sensibilità, specificità ed efficacia dei tre strumenti in 106 donne adolescenti a sei mesi dal parto, di cui il 18% giudicate depresse dopo una visita psichiatrica usata come standard di riferimento. Ebbene, usando le scale come screening al posto della visita si è visto che Epds ed Epds-7 avevano una sensibilità del 90% e una specificità dell’85%, mentre l’Epds-2, con sole due domande, era un po’ meno efficiente ma comunque dotata di ottima efficacia. «Questi risultati indicano che è possibile individuare le madri adolescenti ad alto rischio di depressione dopo il parto con strumenti di screening già disponibili» conclude l’epidemiologa.

Pediatrics Published online December 16, 2013